Non so se sia la paura di dover nuovamente stare chiusa in casa, ma è da quando questo spettro si sta riaffacciando all’orizzonte che anche Ana si sta ripresentando con violenza tra i miei pensieri. La voglia di correre, di tagliare le calorie, di rendere più proteico ogni piatto, stanno tornando più forti.
Le avevo messe a tacere da un bel pezzo ormai, ma stanno tornando, trainate dalla paura, a volte dal panico vero e proprio, di ingrassare, di prendere peso.
Ansia che mi avvolge e che vorrei scacciare con le mie lunghe corse e con le mie ricettine light e proteiche. Senza sgarri. Senza pizza e senza gelati o pezzettini di pane in più.
Tornare alla mia malata perfezione, che però, per quanto malata possa essere, mi fa stare bene, almeno apparentemente.
Non fa stare bene il mio corpo, che fatica a ripartire persino con questa alimentazione “normale”. Non so come potrebbe reagire se tornassi alle restrizioni di un tempo, che tanto mi tentano.
So di certo però, che la mia mente sarebbe più tranquilla.
Solo chi più mi sta accanto può aiutarmi in questo momento, trattenendomi dal fare l’ennesimo passo indietro. Una responsabilità per Lui non da poco. Infatti dentro di me so che lo sforzo maggiore deve essere il mio, perché lo devo anche a Lui, ai suoi sforzi, al Suo essermi rimasto accanto sempre e comunque. Se ce la farò non sarà solo grazie a Te, ma sarà anche per Te.
Non posso deluderTi, e forse la paura di deluderti riuscirà a sconfiggere la paura di ingrassare.